Lo studio

Dopo diverse collaborazioni ed esperienze presso studi di architettura, nel 2000 decide di aprire il suo studio. La scelta del sostantivo"atelier" per il nome da dare alla sua attività non è casuale, ma sta a sottolineare che lo studio è concepito come un vero e proprio laboratorio, all'interno del quale l'architetto sviluppa un progetto affrontandolo in funzione dei suoi fattori specifici, creando un edificio su misura per il cliente, assecondando le sue necessità ed avvicinandosi al suo stile di vita. In questo modo si instaura una collaborazione molto stretta con il committente che, in quanto fruitore del progetto, è una figura fondamentale in tutto il processo ideativo e realizzativo. L'obiettivo è proprio quello di affrontare ogni progetto dando vita ad un team, comprendente l'architetto, i committenti e gli esecutori dell'opera.

Oggi lo studio si trova nella casa passiva di Cherasco, per dare l'opportunità alle persone che si avvicinano al mondo della progettazione passiva di toccare con mano la vivibilità della casa e capire quali sono i reali vantaggi di vivere in un edificio di questo tipo.

Cosa offre lo studio?

_ Progettazione di case passive, secondo il metodo PHPP, elaborato dal Passivhaus Institute tedesco, che prevede il Blower Door test finale, per verificare che i requisiti richiesti per classificare l'edificio come casa passiva siano stati ottenuti, attraverso la misura della permeabilità dell'aria e la conseguente individuazione delle dispersioni termiche. Per essere certa che le tecniche di costruzione da adottare per gli edifici passivi siano messe in atto e che i dettagli costruttivi siano realizzati in modo corretto, Maria Grazia con l'associazione IG organizza dei corsi per gli artigiani.

_ Ristrutturazione e riqualificazione dell'esistente secondo lo standard passivo Fattore 10, che riprende il protocollo casa passiva del Passivhaus Institute, ma non richiede che si raggiungano i 15 Kwh/m2 anno. L'obiettivo è quello di ridurre di 10 volte la dispersione dell'edificio rispetto alla sua condizione iniziale. Nella maggior parte dei casi, infatti, è difficile o impossibile scendere sotto la soglia dei 15 kwh/m2anno per gli edifici esistenti, che possono essere certificati secondo lo standard Enerphit, come garanzia di qualità e della riduzione ad 1/10 delle dispersioni dell'edificio. Anche questo tipo di approccio prevede la verifica finale con il blower door test.

_ Consulenza energetica: il cliente interessato alla casa passiva, ma che già da tempo si affida un suo progettista, può contare sul supporto ai tecnici in particolare per la redazione dei calcoli energetici, la definizione dei dettagli e la verifica nella fase esecutiva.

_ Architettura d'interni: l'atelier si occupa da sempre della cura dell'ambientazione degli interni non solo per quanto riguarda la disposizione degli arredi, ma anche per materiali, colori, tappeti, quadri e tutto ciò che migliora la vivibilità di una casa. Obiettivo e punto di riferimento costante della progettazione sono infatti l'uomo e l'ambiente in cui vive. Negli anni passati l'atelier si è occupato anche della progettazione e dell'arredamento di interni di locali commerciali, sia per la parte espositiva che per il laboratorio, compreso il posizionamento della macchine per le specifiche lavorazioni.

_ Certificazione energetica: l'atelier redige e rilascia attestati di certificazione energetica secondo la modalità e nel rispetto dei requisiti della normativa regionale del Piemonte. Su richiesta è possibile ottenere la certificazione del Passivhaus Institute, redatta dai colleghi tedeschi che collaborano da anni con lo studio.

Il logo

Nasce circa un anno dopo l'entrata nella casa passiva di Cherasco, quando il figlio Filippo, 5 anni, capisce cos'è e come funzione una casa passiva: un edifico semplice, compatto, che "si scalda con il sole". Il logo deriva da un insieme di disegni di Filippo e la scelta di utilizzarlo sta a sottolineare la sensibilità verso la formazione dei bambini su questo tema. Infatti, uno dei primi e più importanti obiettivi dell'associzione IG Casa Passiva Piemonte, oltre ad organizzare corsi per sensibilizzare, informare e formare i tecnici, è quello di diffondere il concetto di Casa passiva nelle scuole.

Maria Grazia sta lavorando alla stesura di un libro per bambini e ragazzi che verrà portato all'interno delle scuole, con l'obiettivo di sensibilizzare bambini e ragazzi riguardo al tema della casa del futuro: un futuro in cui saremo in grado di soddisfare i nostri bisogni servendoci soltanto di ciò che la natura ci ha donato.


Video

 


atelier di architettura

Località San Bartolomeo, 78
12062 - Cherasco (CN)
Telefono: 335.7081190 - 0172 1795186
Fax: 0172.1730109
E-mail: info@mariagrazianovo.it
P.IVA: 07989700013